Chi siamo 2017-08-24T21:05:48+00:00

PER UNA NUOVA MOBILITA’ CITTADINA

Sognano una città veramente amica della bicicletta. Desiderano un città in cui coloro che scelgono la bicicletta come quotidiano mezzo di trasporto, alternativo all’automobile, vengano privilegiati in quanto amici della città e dell’aria pulita. Li caratterizza l’amore per la bicicletta, la fiducia nella politica e la concretezza. Per questo anche a Trento alcuni ciclisti urbani si sono incontrati e hanno deciso di lavorare insieme per progettare una strategia di azione che spinga l’Amministrazione ad essere più efficace ed incisiva in tema di mobilità ciclistica.

Così, sulla scia dell’esperienza di TrentoinBici 2007, è nato il Gruppo di Lavoro “TrentoinBici2016” formato da alcuni Consiglieri comunali, rappresentanti di alcune Circoscrizioni, referenti di alcune Associazioni impegnate a promuovere la mobilità sostenibile (FIAB, Trentino Arcobaleno, Comitato Campotrentino) e da singoli cittadini che utilizzano quotidianamente la bici per gli spostamenti. Un gruppo, insomma, non precostituito ma sempre aperto alla collaborazione di ogni cittadino desideroso di portare un contributo costruttivo.

In alcuni mesi di lavoro di squadra, partecipato e motivato, dove ognuno ha messo “la testa per pensare e le gambe per pedalare“, sono stati rilevati i punti di debolezza del sistema della mobilità ciclopedonale in città ed è stata elaborata una proposta migliorativa, coerente con le linee guida del PUM, convertita nella mozione “Trento città amica delle biciclette”. Discussa nelle due sedute del Consiglio Comunale del 11 e 24 gennaio 2017, essa ha ottenuto l’approvazione con voto unanime: 31 su 31, 0 contrari, 0 astenuti. Questo progetto è quindi divenuto parte dell’azione politica ed amministrativa della Giunta comunale e potrà far fare alla mobilità ciclistica cittadina quel salto di qualità che Trento si aspetta e merita.

Se negli ultimi 10 anni i km di piste cittadine sono raddoppiati – la rete ciclabile sul territorio comunale ha raggiunto quota 61.898 metri : 34.412 metri di competenza comunale e 27.486 di competenza provinciale – non lo è altrettanto il flusso ciclistico, ancorché molto aumentato. E’ noto infatti che incrementare l’infrastruttura non basta ad ottenere automaticamente una ciclabilità diffusa.

Per questo serve un deciso salto culturale, a partire dall’istituzione dell’Ufficio Biciclette, una cabina di regia che si ponga come obiettivo una città a misura di bicicletta ed a questo scopo – appoggiandosi alle varie Associazioni ed alla rete di Cittadinanza Attiva – sviluppi iniziative, eventi e campagne di sensibilizzazione : Festa della Bicicletta, Mese della bicicletta, Giretto d’Italia, campagne Bike to school–to work–to shopping, adozione di tratti di piste ciclabili, monitoraggio della rete, mappe dei percorsi, segnaletica uniforme, rastrelliere di qualità, servizio Targa la bici, cargo-bike, collaborazione con Trenitalia locale, protocollo Leed.

Per cominciare, invitiamo tutti i cittadini e le famiglie di Trento alla prima edizione della FESTA della BICICLETTA il 16 settembre, per riscoprire in allegria – nel bicentenario della sua invenzione – l’intramontabile fascino del muoversi in bicicletta e fare propria la riflessione di Didier Tronchet:

“La nuova rivoluzione può venire semplicemente da questa alternativa mattutina:
prendo l’automobile o la bicicletta?”

Il paradiso in terra non esiste, ma chi va in bicicletta ci arriverà comunque.

Mauro Parrini

La vita è come andare in bicicletta. Per mantenere l’equilibrio devi muoverti.

Albert Einstein

La bicicletta siamo noi, che vinciamo lo spazio e il tempo: soli, senza nemmeno il contatto con la terra che le nostre ruote sfiorano appena.

Alfredo Orian

Più lentamente

Più profondamente

Più dolcemente