“PEDALANDO in FILA INDIANA… “: le foto di Vittorio Napoli e rassegna stampa

Le foto della ricognizione “Pedalando in fila indiana” sono disponibili su Flickr.

Da “L’Adige” di oggi 25 aprile (pag. 20):

Trentoinbici: «Più piste ciclabili»

Trentacinque attivisti di “Trentoinbici” hanno percorso, rigidamente in fila indiana, i tratti della città non coperti da piste ciclabili (nella foto) «per far capire agli automobilisti che ci sono anche le biciclette» afferma Vittorio Napoli, uno dei membri dell’associazione. Per Napoli «la continuità delle piste ciclabili rende competitivo l’uso della bicicletta rispetto all’uso della macchina ma a Trento la rete di piste è, in realtà, un colabrodo». La presidentessa della Federazione Italiana Amici della Bicicletta, Manuela Demattè, dice che «servono piste più sicure, più scorrevoli, più convenienti al ciclista». Un’altra ciclista, Antonella Valer, rincara «bisogna che l’amministrazione sia più veloce nella realizzazione di nuove piste». Per Antonella «il quadro generale è certamente migliorato ma Trento non è una città a misura di biciclette». Trentoinbici, continua Antonella Valer, «chiede linee avanzate agli incroci che permettano ai ciclisti di partire per primi senza dover respirare lo smog delle macchine, la riduzione al massimo del tempo di attesa dei semafori a chiamata per pedoni e ciclisti, rendere libera la circolazione in tutti i sensi di marcia alle biciclette nelle ztl, accelerare i lavori per la realizzazione di parcheggi per bici coperti nelle zone di interscambio con gli autobus, quello previsto a Port’Aquila è fermo da due anni, rendere effettivo il divieto di circolazione alle auto nelle ztl del centro e ridurne drasticamente il parcheggio». Dopo le elezioni «vogliamo incontrare la nuova amministrazione per far sentire la voce dei ciclisti». A.M.

About the Author: