Ecco il parcheggio per le bici

2008-03-18T12:01:47+00:00 18 marzo 2008|Muoversi a Trento in bici|

Il Comune ottiene dalle Ferrovie l’area vicina alla stazione

Spazio coperto e controllato con posti riservati, favorirà l’interscambio con bus e treni

TRENTO. Sarà il primo vero parcheggio per biciclette della città, sul modello di Francia, Germania e Nord Europa. A due passi dalla stazione dei treni e della Trento-Malé, per facilitare l’interscambio bici-autobus-treno in un’area cruciale come piazza Dante. Parcheggio recintato e coperto, uno spazio controllato con posti riservati dove si potrà lasciare in sicurezza la bicicletta anche per più giorni.
Il Comune ha ottenuto dalle Ferrovie l’area sul lato nord della stazione (vicino al sottopasso), attualmente in disuso. Comodato gratuito per cinque anni. Le uniche condizioni poste dalle Fs sono la creazione di un accesso indipendente al di fuori dell’area della stazione e il fatto che l’ingombro della recinzione non dovrà superare quello attuale.
Il progetto rientra nel piano messo a punto dall’Oekoinstitut di Bolzano e presentato a fine 2006, per promuovere la mobilità sulle due ruote e l’intermodalità: oltre a zone sosta negli snodi strategici, prevede la rimozione degli ostacoli per favorire l’accessibilità presso i sottopassi della stazione e una nuova segnaletica delle piste ciclabili.
Sul fronte parcheggi, il Comune aveva individuato due aree strategiche: piazza Dante e piazza Venezia, sull’area di port’Aquila fino a un anno fa occupata dal distributore Tamoil.
Il passo successivo sarà un intervento sulla comunicazione, concentrato in particolare sull’asse sud-nord (Lungo Fersina e via Brennero-via Pranzelores), per indirizzare i ciclisti da un punto all’altro della città segnalando i luoghi di richiamo, uffici, negozi, piscine, luoghi culturali. (ch.be.)

(da “Il Trentino” del 26/01/2008)

About the Author: