Dove mancano le piste ciclabili e sarebbero importanti

2007-03-07T07:23:17+00:00 7 marzo 2007|Proposte per una città ciclabile|

PERCORSO DALLA BOLGHERA AL CENTRO-VIALE ROVERETO

  • in attesa della pista, si richiede di autorizzare la circolazione a doppio senso per le biciclette in via Bolognini dal Ponte Cavalleggeri al Ponte di piazza Vicenza (il traffico auto su questo percorso è scarso)
  • Via GRAZIOLI: in attesa della pista, aprire alle bici uno dei due marciapiedi
  • Via BRIGATA ACQUI, Via BARBACOVI, Via GIOVANNELLI, Via MULINI: studiare come agevolare l’accesso in bicicletta alle scuole
  • Via GALILEI, Largo CARDUCCI, Via MANTOVA, Via DORDI : autorizzare per le biciclette la circolazione a doppio senso.

PERCORSO DA RAVINA ALLE GHIAIE

  • Innestarsi sul marciapiede-ciclabile ottenuto 2 anni fa coprendo il fosso sul confine dei campi Crosina Sartori.
  • Proteggere l’attraversamento della strada per S. Nicolò con segnaletica orizzontale e verticale facendo passare la ciclabile dietro al guarda via.
  • Ricavare una pista ciclabile, protetta e con misure adeguate, sul lato nord del sottopasso all’autostrada, vista l’ampiezza considerevole della carreggiata del sottopasso.
  • Allargare il marciapiede lato nord del ponte sull’Adige
  • Ciclabile Adige verso nord: usciti dalla passerella di legno si deve tornare indietro su v.Sanseverino e imboccare una strada privata verso Maso Smalz per raggiungere la nuova pista alle Ghiaie. Si propone di: collocare un ponte ciclabile, esistente presso la Protezione Civile, all’altezza del sottopasso della ciclabile alla tangenziale, tale da collegare direttamente la pista con la strada privata verso Maso Smalz per raggiungere la nuova pista di via delle Ghiaie

Inoltre:

  • Zona Est, intorno al polo scolastico Geometri, Ragionieri, ITI- via Barbacovi, Brigata Acqui, Giovannelli
  • Zona S.PioX- scuole elementari
  • Ospedali S. Chiara, Villa Igea, S. Camillo

About the Author: